Isabella Paciolla

UN NUOVO INIZIO Il ricordo è vivido. Ogni notte tornava. Ogni notte lo rivivevo. Le sue mani, se tali si potevano definire i suoi tentacoli, mi raggiungevano; ovunque. Non potevo gridare. Non potevo gemere. Non era il mio piacere. Era il suo. “Un bisogno innato” diceva lui. “Una patologia psicologica” la definivo io. Ma non…